Salvatore Stimolo

 

Artigiano, attore ed educatore teatrale.

Nasce a Niscemi (CL) nel 1968.

Nel 1988 si avvicina al teatro frequentando i corsi propedeutici tenuti da Graziano Piazza e Rossana Interlandi.

Nel 1989 fonda la compagnia teatrale O.S.T.A.P con cui si sperimenta nel teatro dialettale di ricerca.

Nel 1997 frequenta il corso di tecniche attorali di Opus Personae diretto da Cesi Barazzi.

Nel 2001 frequenta un corso di teatro presso la Scuola Teatro Possibili di Milano.

Nel 2009 fonda la compagnia teatrale Andronauti Gruppo Teatro Ricerca.

Dal 2010 al 2011 frequenta un laboratorio teatrale espressivo e relazionale condotto da Letizia Giangualano.

Nel 2013 frequenta il laboratorio di teatro comico condotto da José Manuel Serrantes Cristal.

Dal 2014 è socio fondatore dell’Associazione Culturale AGTR di cui è tutt’ora il Direttore Artistico.

Dal 2014 al 2017 frequenta la scuola di Teatro Grock di Milano ed ha come insegnanti: Pietro De Pascalis, Maurizio Salvalalio, Gaddo Bagnoli, Susanna Baccari, Debora Virello e Claudio Orlandini.

Nel 2014 frequenta il Masterclass su palco presso il Teatro Leonardo di Milano, con Gianfelice Facchetti, sullo spettacolo di ricerca “C’era una volta un Re”.

Nel 2014 frequenta il Masterclass su palco presso il Teatro Leonardo di Milano,  con Alessandro La Rocca e Andrea Ruberti, “La coppia comica” mimo e clownerie.

Nel 2014 frequenta il Masterclass su palco presso il Teatro Leonardo di Milano, con Debora Virello, sul monologo “A parole”.

Nel 2015 frequenta il seminario di canto e voce condotto da Fernanda Calati.

Nel 2015 frequenta il corso di lettura creativa – dizione – condotto da Enrica Barel, presso la scuola di teatro Anime Antiche di Milano.

Nel 2016 partecipa al seminario residenziale estivo della compagnia teatrale Scimmie Nude “L’attore e l’autore” condotto da Gaddo Bagnoli, ed al seminario di tecniche e training di biomeccanica condotto da Claudia Franceschetti.

Nel 2018 partecipa alla prima edizione di Grock Factory col progetto “Sicani” (teatro di narrazione) di cui è autore, regista ed attore.

Ha curato diverse regie teatrali:

Nell’ottobre 1990 ha tradotto il testo “Non ti pago” di Eduardo De Filippo  in vernacolo siciliano, di cui è anche attore.

Dal 1991 al 2010 porta in scena con la compagnia O.S.T.A.P diversi progetti teatrali in vernacolo siciliano di cui è anche autore di vari testi.

Nel 2014 cura la regia e la rielaborazione del testo “Menecmi” di Plauto, di cui è anche attore, la pièce viene rappresentata presso il teatro Binario 7 di Monza e il teatro Pax di Cinisello Balsamo.

Nel 2015 cura la regia di “Assenze” Spettacolo per il centenario della prima guerra mondiale. La pièce riceve un riconoscimento da parte della FITA Lombardia.

Nel 2017 cura la regia ed è autore di “Pinocchio in Veritas Veritatis” studi di ricerca sulle analogie tra la celebre favola ed i testi sacri.

Nel 2017 cura la regia ed è autore di “Io sono Ophelia – rigurgiti notturni” testo che affronta l’attuale e difficile tematica della violenza sulla donna e dell’omosessualità.

Nel 2018 è assistente di Debora Virello – scuola di teatro Grock – per il terzo anno corso attori.

Nel 2018 cura la regia ed è attore/autore di “Sicani” monologo di teatro di narrazione in cui affronta il tema dell’emigrazione.

Nel 2018 cura la regia di “La città abbandonata” di Italo Calvino.

Nel maggio del 2018 con il monologo Sicani supera la selezione provinciale del – Concorso Itinerante – FITA e viene selezionato per partecipare alla selezione Regionale FITA Lombardia.

Nel settembre del 2018 con il monologo teatrale Sicani è vincitore del Contest teatrale presso il Piccolo Teatro Enzo Buarnè di Castelnuovo Bormida (AL).

Nell’ottobre del 2018 vince il concorso FITA Regione Lombardia come miglior spettacolo con – Sicani –

Nel 2019 rappresenterà la Regione Lombardia al concorso Nazionale che si terrà in Campania con lo spettacolo – Sicani –

Nel 2018 vince il concorso Regionale Fita come miglior attore per -Sicani-

Attualmente è educatore teatrale ed artigiano teatrale presso lo spazio AGTR di Cinisello Balsamo.

 

I commenti sono chiusi